Blog

Scegliere musica e musicisti per la cerimonia

La colonna sonora è tutto! Vi capita spesso di pensarla così? Quando guardiamo un film, o passeggiamo con le cuffie per la città, capiamo cosa significhi avere l’accompagnamento musicale adatto ad ogni situazione. Il vostro matrimonio non è da meno, anzi, è il giorno della vostra vita che ricorderete per sempre e la colonna sonora diventa un dettaglio non trascurabile. Per scegliere musica e musicisti del vostro giorno più speciale prendete nota di questi 5 consigli.

1. Fate i conti con il budget

La scelta migliore si opera attraverso il budget, cercando di ottimizzare al meglio le risorse che si trovano in loco armonizzandone i contenuti. Accade sia nelle cerimonie in chiesa che per gli eventi nuziali in location dedicate, di avere a disposizione un’offerta di artisti che gravitano intorno a queste strutture. Conviene sempre rivolgersi a musicisti locali in modo da non aggiungere al preventivo anche le spese del viaggio; la discussione del prezzo anche se poco artistica e poetica è sempre un affare delicato alla quale tutti gli sposi sono sensibili.

2. Musicisti esperti e come riconoscerli

Per animare la celebrazione nuziale è preferibile un gruppo di musicisti numeroso; tuttavia la qualità è meglio della quantità. Ma come fare a riconoscere un musicista esperto? Ci sono alcuni indizi che possono aiutare gli sposi nella scelta: se è consigliato dalla chiesa significa che suona già da anni ed è edotto sulle tempistiche della celebrazione; il repertorio del quartetto, dell’organista, del violinista o del cantante devono essere noti e ogni musicista che si rispetti include nel suo curriculum una scelta dei brani che sa suonare.

3. Attenzione ai brani proposti

Quando il musicista fornisce un programma ‘essenziale’ consigliando brani classici significa che siete sulla buona strada. I bravi professionisti sanno capire i gusti degli sposi e proporre alternative di loro gradimento, in base anche alle regole del luogo in cui si celebra il matrimonio. Per questo diffidate da chi propone playlist troppo pop, scambiando la celebrazione per una festa danzante.

4. Una prima prova di ascolto

Il musicista ovviamente si prova a livello concertistico: l’ideale sarebbe cercare notizie sui concerti dove il prescelto suoni e quindi trovarlo nelle formazioni che esulano dall’offerta matrimoniale. È possibile anche una prova dedicata, che in molti casi però ha un costo.

5. La musica inizia con la sposa

La celebrazione del rito del Matrimonio in chiesa ha inizio con l’entrata della Sposa’. Noi vi suggeriamo per questo momento così bello ed importante un brano solenne e forte, come il Coro Nuziale da Lohengrin di Wagner, il Canone in re maggiore di Pachelbel, suonato da un quartetto d’archi o dall’organo, e infine, per gli appassionati di questo strumento è molto suggestivo il Preludio in mib maggiore di Bach.